Sei un creativo? Un designer? ...Scopri come risparmiare sulla prossima stampa

Come stampare brochure in modo semplice ed economico

Al giorno d’oggi la comunicazione aziendale può e deve promuoversi su numerosi canali, approfittando delle possibilità offerte tanto dai supporti “tradizionali” – nei quali potremmo inserire sia i supporti su carta e plastica che medium quali la radio e la televisione – che da quelli più recenti come Internet e le sue molteplici possibilità. In altre parole, mettersi in mostra significa prendere in considerazione un panorama di soluzioni molto più sfaccettato rispetto al passato, ma anche far fronte a una concorrenza più ampia e agguerrita. Se è vero, allora, che fare promozione su più canali è indubbiamente meglio, anche e soprattutto per raggiungere pubblici sulla carta differenti, è anche sicuro che nel momento in cui si deve scegliere tra un prodotto cartaceo e l’altro, non potendo realizzarli tutti, si debba optare per quello che offre maggiori garanzie.

come stampare brochure

Al fianco di classici intramontabili come il biglietto da visita e il volantino, perciò, uno dei formati che amiamo consigliare è la brochure, ovvero il pieghevole: duttile, tascabile, capace di aprirsi in varie facciate, è un supporto unico nel suo genere e in grado di farti fare bella figura in qualsiasi contesto.

Ma come si fa a stampare delle brochure? Quali sono gli aspetti che devi conoscere? Vediamo di rispondere a queste domande.

Quando realizzi un depliant, la prima cosa che devi decidere è la tipologia di forma e di pieghe che intendi applicare al tuo pieghevole. Se non hai per le mani un catalogo, puoi sempre consultare il sito di una tipografia online: su quello di Stampaprint trovi tutti i formati disponibili e, per ciascuno di essi, tutte le possibilità di piega che si possono realizzare. Quando hai scelto la combinazione che fa per te, ricorda di scaricare le istruzioni che trovi nella parte destra della pagina: lì viene spiegato nel modo più semplice possibile come devi impostare il tuo progetto grafico.

Una volta che hai scelto il formato e scaricato le istruzioni, non resta che imbastire il progetto grafico. Puoi delegare la pratica a un grafico, se ritieni di non avere sufficienti abilità in questo campo, oppure realizzare il tutto da solo. Esistono molti software che permettono di mettere a punto il tutto, da quelli di testo come Word, OpenOffice eccetera, a quelli di fotoritocco come Gimp (gratuito e scaricabile da Internet) alle suite professionali di Adobe e Corel Draw. Dipende sempre dalle aspettative che riponi e dal risultato che vuoi ottenere.

Adesso che hai realizzato il file grafico della tua brochure, non ti resta che mandare il tutto in stampa. Puoi rivolgerti a una tipografia tradizionale o a una online come Stampaprint, che garantisce la qualità di sempre a prezzi decisamente convenienti. Ti basta scegliere il formato che fa per te, i tempi di lavorazione, inserire i dati necessari per la fatturazione e la spedizione e infine, al termine del processo, potrai caricare il file. In pochi minuti avrai completato il procedimento dell’ordine, e in pochi giorni lo riceverai comodamente presso il domicilio indicato tramite il servizio di corriere espresso. Più comodo di così… non si può.

Fabio

Fabio

Public Relation Manager at Stampaprint srl
Lavora nel mondo dell'editoria dal 2003, è iscritto all'Albo dei Pubblicisti della Lombardia dal 2006. Scrive contenuti per il blog di Stampaprint - azienda di stampa online specializzata in biglietti da visita, manifesti e pannelli - a partire dal maggio del 2015.
Fabio

Rispondi o commenta

IL tuo indirizzo email non sarà pubblicato