Sei un creativo? Un designer? ...Scopri come risparmiare sulla prossima stampa

Calano le vendite di tablet ma gli iPad non conoscono crisi

Mentre il mercato degli smartphone continua a fornire grandi risultati, sospinto anche dal continuo sorgere di nuovi attori che danno del filo da torcere ai massimi produttori (Apple, Samsung, etc.), il segmento dei tablet continua a stagnare in una crisi che sembra senza fine. Il prodotto che si colloca in una posizione intermedia tra il computer e lo smartphone vede calare le proprie vendite anche nel secondo trimestre di quest’anno, con una perdita di mercato pari al 3,4% rispetto a un anno prima. È quanto si evince scorrendo i dati preliminari del Worldwide Quarterly Tablet Tracker della società di analisi di mercato IDC.

diminuiscono vendite tablet nel secondo trimestre

E dire che le novità non mancano di certo, anzi. Continuano a uscire nuovi modelli, vengono adottate soluzioni e varianti che possono rendere il prodotto più appetibile al pubblico, come ad esempio i modelli dotati di tastiera staccabile, ma al momento i segnali di ripresa non si vedono – ma gli analisti già parlano di una seconda parte di anno in positivo, ma in questo senso si vedrà più avanti. Tra le novità sostanziali ci sono stati anche e soprattutto i nuovi modelli di iPad, e infatti Apple è l’unico marchio tra i big a guadagnare terreno anziché perderlo: la crescita della Mela Morsicata è addirittura del 15% annuo, mentre la sua fetta di mercato è pari al 30% del totale. Una posizione di supremazia inattaccabile, almeno per il momento. Samsung, che da parte sua detiene circa il 16% del mercato, nel secondo trimestre rileva una perdita dello 0,8%. Huawei si produce nell’ennesimo exploit della sua straordinaria annata balzando con un clamoroso +47% al terzo posto di questa speciale graduatoria ottenendo l’8% del mercato. Al quarto posto si posiziona Amazon, la cui presenza nei più svariati ambiti assume ormai fattezze tentacolari. Chiude la prima cinquina Lenovo, azienda produttrice di computer e affini.

Di fatto, nelle prime posizioni, il marchio che non riesce a crescere nell’ultimo trimestre è quello di Samsung. Oltre alla crescita degli iPad di cui si è già accennato, i coreani sembrano subire anche in questo caso la concorrenza dei marchi cinesi, che si presentano sul mercato con dei device validi e a prezzi decisamente competitivi. Un po’ la stessa strategia adottata nel campo degli smartphone, laddove i brand cinesi stanno guadagnando quote di mercato sempre più rilevanti. Anche Amazon, che può sfruttare l’importanza del proprio nome, ha scelto di entrare sul mercato con degli apparecchi low cost. Il risultato è che ne sono stati venduti quasi due milioni e mezzo di esemplari nel solo trimestre. Una strategia che dunque, al momento, sta dando i suoi frutti.

Di certo c’è che il segmento dei tablet sta dando segnali contrastanti, con vendite globali che vanno in calando ma con i primi marchi che, in misure differenti, riescono comunque a crescere. La strada è allora forse quella di saper abbinare la qualità del prodotto a fronte di prezzi a portata di tutti. Solo in questo modo i tablet possono continuare a essere uno strumento diffuso e apprezzato dalla maggioranza degli utenti.

Fabio

Fabio

Public Relation Manager at Stampaprint srl
Lavora nel mondo dell'editoria dal 2003, è iscritto all'Albo dei Pubblicisti della Lombardia dal 2006. Scrive contenuti per il blog di Stampaprint - azienda di stampa online specializzata in biglietti da visita, manifesti e pannelli - a partire dal maggio del 2015.
Fabio

Rispondi o commenta

IL tuo indirizzo email non sarà pubblicato