Sei un creativo? Un designer? ...Scopri come risparmiare sulla prossima stampa

Roll up: alcuni esempi per approntarlo al meglio

Il roll up rappresenta uno strumento privilegiato per promuovere la tua attività. Facile da montare, leggero, occupa una superficie molto piccola ma è in grado di veicolare il messaggio su una superficie molto grande, quella del telo, e su un formato decisamente diverso rispetto a quelli che siamo soliti incontrare in giro. In altre parole, il roll up rappresenta un’opportunità da sfruttare al meglio per farsi pubblicità o anche “solo” attirare nuovi contatti che un domani potrebbero diventare futuri partner o clienti. Come? Il prodotto in sé può fare molto, come si diceva, ma la grafica e il messaggio sono nelle tue mani. Per aiutarti a districarti a livello grafico, ti proponiamo qui di seguito alcuni esempi di roll up realizzati a regola d’arte da cui potrai prendere spunto per realizzare un prodotto expo a regola d’arte.

Una grafica semplice ma accattivante

Il primo elemento che può attirare l’attenzione verso il tuo roll up non può che essere la grafica. Non c’è necessariamente bisogno di effetti speciali, o meglio: basta avere l’idea giusta, qualunque essa sia. È evidente che una grafica particolarmente ricca ed elaborata è una calamita naturale, ma d’altro canto non devi dimenticare che ciò che più conta è far capire in modo immediato il messaggio che vuoi lanciare al pubblico. Nel dubbio, insomma, meglio una grafica essenziale e meno invasiva rispetto a una troppo elaborata e di più difficile leggibilità nell’immediato. Se le persone che vedranno il roll up sono di passaggio, probabilmente nella maggior parte dei casi non avranno il tempo materiale per “decodificare” il tuo messaggio. Essenzialità, dunque, ma senza rinunciare allo stile e a risultati di alto livello.

esempi roll up a regola d'arte

La forza del messaggio

Ancora più dell’immagine, almeno nella stragrande maggioranza dei casi, è il contenuto verbale. Non solo a livello di slogan, quanto di dati essenziali: il nome dell’azienda o del marchio, quello del prodotto o del servizio, qualsiasi altra informazioni aggiuntiva possa attirare l’attenzione di chi guarda il prodotto (ma senza strafare, anche in questo caso, con contenuti e informazioni). Non dimenticare perciò di inserire le informazioni più importanti, contatti compresi: in questo modo sarà più facile per chi fosse interessato rintracciare la tua attività a posteriori, dal telefono o dal web.

Scopri quali sono gli alleati per una fiera di successo: scarica ora il nostro ebook gratuito!

Il nome e il logo dell’azienda devono essere in bella vista, così come l’eventuale nome del modello di un eventuale prodotto o servizio pubblicizzato (si pensi a titolo esemplificativo al nuovo modello di un’automobile, o a quello di uno smartphone, e così via).

roll up esempi

La scelta del supporto

Adesso che abbiamo parlato della grafica, non resta che scegliere il supporto più adatto. Anzitutto, il roll up è disponibile in diverse misure, a seconda delle tue esigenze e degli spazi – talvolta limitati in altezza – nel quale dovrà essere inserito: la larghezza è infatti sempre uguale (due metri), mentre l’altezza è variabile. Un’altra opzione è rappresentata dal roll up bifacciale, stampato su due lati anziché uno. Infine, è possibile scegliere tra due differenti tipi di telo: base (Pvc mono 400 gr) e deluxe (high quality composto anche in fibre di polietilene).

Fabio

Fabio

Public Relation Manager at Stampaprint srl
Lavora nel mondo dell'editoria dal 2003, è iscritto all'Albo dei Pubblicisti della Lombardia dal 2006. Scrive contenuti per il blog di Stampaprint - azienda di stampa online specializzata in biglietti da visita, manifesti e pannelli - a partire dal maggio del 2015.
Fabio

Rispondi o commenta

IL tuo indirizzo email non sarà pubblicato